giovedì 14 aprile 2011

Schifezze & Company

 L'altro giorno ero al solito parco (che ormai è quasi "degli orrori" per ciò che vedo) e stanzio bella panzuta sulla panchina mentre i bimbi giocano.
Ad un tratto due  fratellini iniziano a fare i capricci, e la mamma con molta naturalezza tira fuori dalla borsa dei succhi di frutta, dei crackers e delle patatine, offrendole a tutti i presenti.
Meno male dai, almeno alla base c'è educazione, ma di certo non alimentare!
A me è capitato un figlio non mangione, anzi, un bel tipetto scassamaroni per quanto riguarda la pappa, ma navigando qua e là ho trovato un'altra mamma Blogger che la pensa come me (leggete..) e oggi guardando Mattino 5 mi vedo la mia amata Tata Lucia che affronta quest' argomento.
Premetto che se dovessi dare un succo, dei crackers e delle patatine a mio figlio dalle 17 in poi per lui sarebbe la cena e non mangerebbe altro. Ma a parte il mio Nano, credo che non vada bene per nessun bimbo mangiare a quell'ora, soprattutto schifezze... Non credo che per sedare i capricci sia giusto dare cibo. Io vedo continuamente bimbi e bimbe che mangiano fuori pasto, e la merendina, e il pane, e i biscotti... E, scusate ammettiamolo, sono grassi! Vi è mai capitato di vedere dei bambini di un anno e più con delle gambotte cicce cicce?? E magari la mamma si lamenta che non cammina....Ovvio! MA come fa a tenersi su???
A me il pediatra mi ha inculcato sta storia di non insistere sul cibo, e che ogni bambino, a meno che non sussistano patologie, è chiaro, mangia il necessario.
Nei Paesi del Terzo Mondo i bambini inseguono le madri per mangiare; qui accade l'esatto contrario.
E infatti l'obesità infantile è in aumento.
Non dico che il mio Nano è uno sfigato che non mangia schifezze, ma me le riservo come premio, come eccezione alla regola, come cosa bella della festicciola dell'amichetto... L'unica cosa che ancora non gli faccio bere sono le bibite tipo Fanta, Coca cola e similari...le ha assaggiate ma tendo a dargli sempre e solo acqua.
A volte già in fase di svezzamento vedi le mamme che ingozzano i figli finchè non finiscono il piatto o il vasetto.. mah, forse perchè mio figlio mangiava poco e non gli davo fuori pasto sono diventata così hitleriana nel cibo. Però vedo che è cresciuto bene, mangia ai pasti, regolare, è longilineo, va a nuotare ed è in forma.
E poi penso come la mamma di mammamogliedonna.blogspot.com ... ma sono l'unica ad essere così fissata?
Non passo il tempo a cucinare, a fare torte fatte in casa o cose del genere, ma se Marmocchio ha fame e sono le 18 noi mangiamo, o almeno gli faccio la doccia o il bagno e poi si cena. Se sono le 16.30 - 17 e so che può mangiare più tardi gli do frutta, e la mangia! Mela, pera, arancia, prugne...D'estate poi la frutta fa più che bene, rinfresca e non riempie come delle merendine o dei crackers.

La frase che più mi fa ridere è "Eh ci ho provato, ma mio figlio MI MANGIA solo BRIOCHE".. E mi viene da dire: ovvio, è lui che va a fare la spesa, se le compra e se le mangia! Ma è così difficile non comprarle? Per di più fanno male anche a noi adulti...per cui lasciamole sugli scaffali, o nascondiamole in casa!!! Se a Claudio mettessi a tavola il passato di verdure e lui sapesse che dopo c'è la possibilità della brioche o di una merendina è ovvio che sceglierebbe l'alternativa. Il sano detto "O ti mangi sta minestra o ti butti dalla finestra" è una grande verità!!!

Stamattina a Mattino 5 le mamme che hanno chiamato hanno posto questi problemi alla Tata Lucia:
1) il bimbo di 3 anni che mangia solo pappette come da piccolo, con pastina piccola e omogeneizzato.
La tata Lucia inorridita, io pure! Ma come si fa a 3 anni a mangiare ancora pappette? AH beh ovvio che il bimbo è ancora imboccato! La mamma ha specificato che ha provato a dargli ciò che mangiano loro, ma il bimbo mangia poco, assaggia più che altro, e poi sputa o vomita.
Risposta Tata Lucia: non fargli più le pappe e fargli mangiare ciò che mangiano mamma e papà. Se non mangia, mangiò e mangerà!!!!!
Fiu, meno male che sono d'accordo!
2) bambina di 6 anni definita dalla mamma iperattiva che non mangia seduta e la mamma deve rincorrerla in giro per casa con il boccone.
Risposta Tata Lucia: i bambini non devono stare ore a tavola, ma il tempo necessario per mangiare sì! Tutti i bambini sono "iperattivi" chi più chi meno, ma tutti hanno bisogno di correre, giocare, di fare movimento... e poi a tavola, seduti per mangiare. Altrimenti non si mangia. E a 6 anni digiunerà, ma alla fine si arrenderà! La mamma ha risposto preoccupata che non le piace il digiuno, e la Tata ha risposto che i genitori devono essere delle guide, non dei burattini nelle mani dei figli.
3) bambino che mangia solo determinate cose tipo prosciutto, grana, pasta in bianco.
Cavolo...è mio figlio???? Lui se potesse vivrebbe di pasta bollita!
Risposta Tata: chi cucina in casa? La mamma o il figlio???? Ovviamente domanda retorica! La mamma deve insegnargli a mangiare altro...

Come vorrei essere la figlia segreta della Tata Lucia!!!!!!!!!!!!!!!!
Per i miei Nani sarebbero definitivamente --zzi amari!!!!!
Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...