lunedì 4 aprile 2011

Famiglie con figli.. e senza...

 Ho scritto "famiglia" per cercare delle immagini appropriate..non capisco perchè mi siano uscite mille copertine di Famiglia Cristiana con la faccia di Silvio...e altre mille immagini con 1 o al massimo 2 figli.
Così ho capito che la MIA immagine di famiglia non è forse molto reale, ma si avvicina di più a quella dei BarabaPapà. Loro vivono tutti insieme, ognuno fa qualcosa, si aiutano nei momenti di difficoltà...
Sì, sì: ci siamo!

Ed eccomi qua, lunedì 4 aprile. Quasi 37 settimane..
Quando il Nanerottolo è all'asilo riesco anche a riposare un pochino e a leggere qualcosa "da mamma". Che lusso! Così si apprezzano anche le piccole cose, tipo fare la pipì in santa pace senza avere la fretta di andare a vedere se il silenzio nell'altra stanza nasconde in realtà una monelleria mai vista prima (murales o divano variopinto...). Ho un'artista in casa..che posso farci??????

Quando hai la prima pancia nessuno, o comunque pochi ti chiedono consigli. Alla seconda pancia è come se avessi scritto in faccia "Noi facciamo il secondo perchè sappiamo cosa vuol dire!". Beh, in parte è vero. Una volta ho letto che i secondi figli, se non capitati (e qui vorrei aprire una parentesi ma rischio di scrivere un post nel post...), sono voluti ancor più del primo, se possibile, perchè sapendo le difficoltà e i sacrifici che bisogna affrontare giorno dopo giorno si ha una consapevolezza maggiore di ciò che ci aspetta, e solo l'amore ti dà la forza di dire "Ma sì, dai, rifacciamolo!".
Inoltre noi siamo circondati da amici che figli non ne hanno, o meglio, da coppie che stanno per formare famiglia o vorrebbero formarla, e ci chiedono tante tante cose.
Ovvio, ho un blog! Ovvio, mi fa gran piacere che qualcuno si fidi dei miei consigli, che però restano tali, cioè, ognuno deve provare sulla propria pelle e adattare ciò che io vivo e ho vissuto al proprio stile di vita.
Ma ci sono certe cose, certe cose che io reputo fondamentali e che chi non ha figli lo vedi proprio: non c'arriva!!! Non c'è nulla da fare.. e ma... arriveranno eh...arriveranno... e poi anche loro capiranno!
Ad esempio:

Tu sei lì che leggi che è molto importante per un bambino mangiare tutti insieme, avere una convivialità a tavola, insegnare loro che con mamma e papà si parla, che la tv sta spenta (basta mettere "pausa" su my sky e poi si riprende il cartone da dove era stato interrotto.. anche il Nano lo sa...). E tu sei lì che ti sbatti per far trovare in tavola pronto, tutti e 3 la stessa cosa, e il buon esempio delle verdure, e le carne o il pesce...
Arriva l'invito di amici a cena, quelli senza figli. Quelli che ti chiedono l'ora e poi ti dicono: " Alle 20 facciamo l'ape ( L'APE????? ma che è mò sto APE????) e poi arriviamo... è troppo tardi????"... Sì cavolo che è troppo tardi! E come la tiro io la cena del Nano fino alle 21 o oltre?? E, tra l'altro, io mi autodigerisco???? Pure a me viene fame..Mica mi faccio l'ape..io!!!! E ti tocca spiegare che forse sarebbe meglio verso le 19.30, massimo le 20, perchè il bimbo (e la mamma incinta...) ha fame. E da qui la caduta dalle nuvole è scontata: "Ma non mangia prima da solo e poi sta a tavola???", sì, ceerto, come quando aveva 6 mesi. Ora a quasi 3 anni mangia prima imboccato e poi se ne sta a guardare i genitori che mangiano...
Bo! E' il mio Nano che è strano o è normale che dopo aver mangiato vogliano andar via da tavola?? Noi gli abbiamo insegnato che deve aspettare che mamma e papà finiscano e che deve chiedere "posso??" ma più di così non credo sia auspicabile!
E vabbè, per una sera, mangerà prima e poi giocherà o guarderà la tv mentre noi mangiamo.

Noi abbiamo in tutta la casa parquet, proprio in tutta, bagni compresi.
Giriamo per casa scalzi, o con calzini, un pò perchè il pavimento è di legno ed è caldo, un pò perche ci piace, un pò perchè io sono fissata sulla pulizia e credo che girare per casa con le scarpe porti batteri in giro. Posso passare sopra alla sala, ma nelle camere..nelle camere odio odio le scarpe!!!
Ma a questo proposito sollevo una questione: tu entri in casa, e vedi che siamo scalzi, vedi un nano gattonante che lecca in pratica dove tu cammini ( e anche quando camminano a volte lo fanno..ma perchè i nani leccano il pavimento?????), vedi che in cameretta sua ci sono i tappeti gommosi che ciuccia, morde, dove gioca ... come ti può venire in mente di passarci sopra con le scarpe???????
Ma sono io che sono troppo igienista???
Non è che disinfetto i giochi, anzi, mai fatto! Ma le scarpe sui tappetini di gomma che poi i piccoli mordono... dai! Proprio no!
E tanti si offendono eh, tanti quando chiedo umilmente di togliersi le scarpe (anche bagnate post pioggia e con terra sotto) mi guardano inorriditi come se avessi chiesto un rene in cambio di una brioche.
Negli asili, almeno dove va il mio Nano, fanno mettere i sovrascarpe ai genitori. Credo sia il minimo...io entrando mi tolgo le scarpe, faccio meno fatica e il concetto è identico: pulizia = igiene = meno malattie.
NO??????

AH beh, non parliamo poi dei "nati sempre giovani senza figli", quelli che guardano tuo figlio di 3 anni che va in bici ed estasiati affermano "Che bravo! Già PEDALA?? E parla!".. Ora, ok che i bambini non parlano tutti alla stessa età, ma a 3 anni dai... tutti dicono qualcosa!!! E pedalare? Io mi posso stupire se a 3 anni uno fa le corse in bici senza rotelline, ma pedalare...pedalare..tutti pedalano a 3 anni!!! E mio figlio è un patatone eh!! Aveva il triciclo e voleva essere spinto!!!

Alla fine, quando penso a queste  e altre milioni di cose mi dico: "Ma anche io, anche noi, eravamo così?? Anche noi non "guardavamo" e non "sapevamo" prima di avere il Nano???"
Forse sì..ma non voglio che nessuno me lo dica!!!!!


PS messaggio di shopping: per i tappetoni di plastica da mettere nelle camerette guardate codex italia..eccezionali!!!
Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...