giovedì 23 ottobre 2014

Una giornata speciale al MUSE di Trento



Quando é iniziato l'ausilio della Principessa il Principe 6enne per la prima volta era a casa in vacanza in attesa di iniziare la prima elementare. Così é arrivata una richiesta a cui non potevamo dire di no: "Mamma, papà mi dedicate una giornata, vi prego solo a me, tutta mia, e facciamo insieme una cosa da grandi??". Abbiamo accompagnato la sorellina all'asilo e siamo partiti per il MUSE di Trento. 
É il Museo della Scienza di Trento, il palazzo che lo ospita é stato progettato da Renzo Piano ed é fantastico! Fondato nel 2013, ha ben 12600 mq di zona espositiva, 3700 dei quali dedicati a mostre permanenti, 600 ad una serra tropicale, 500 a mostre temporanee, 500 a laboratori didattici e 800 a laboratori di ricerca.
Abbiamo acquistato i biglietti online e non abbiamo fatto nessuna cosa per entrare, anche se essendo giovedì non c'era molta gente, e questo ci ha aiutato a godere di ogni sala.
A mio parere il Muse é fruibile da bambini di diverse età, ognuno a modo suo può gustare e divertirsi nei sei piani di esposizione, tutti bellissimi ed emozionanti.
C'é anche la possibilità di prenotare una saletta per i bimbi fino ai tre anni, dove si possono provare varie esperienze sensoriali con l'aiuto di ragazzi esperti gentilissimi; mi sono ripromessa di portarci la Principessa! 
Nella prima sala ci sono dei "giochi" dove ci siamo divertiti tutti e tre: abbiamo versato della sabbia in diverse forme e abbiamo osservato come a seconda dei buchetti si formassero forme differenti; abbiamo ascoltato della musica facendo noi stessi da "amplificatore" con il nostro corpo; abbiamo provato a costruire un ponte; ci siamo stesi su un letto di chiodi! 
Un piano molto interessante da visitare é stato "Storia della vita e serra tropicale": abbiamo raccontato a Claudio, in maniera semplice, la nascita delle prime forme di vita, abbiamo osservato gli animali e gli scheletri delle scimmie e degli uomini "Mamma ma allora noi siamo un po' scimmie!!"...
La serra tropicale é tutta da osservare!
Il piano per i bambini più piccoli ha affascinato il Principe che chiudeva gli occhi e cercava di indovinare cosa c'era nei fiorellini profumati; si possono toccare ossa di animali (riprodotte) e ci sono vari giochini da fare.
Non vi racconto tutto perché non vorrei annoiarvi, ma andateci! Merita davvero!
Per i bimbi più grandi ci sono i tablet che accompagnano la visita con spiegazioni e percorsi. 
Dopo quasi cinque ore Claudio non voleva tornare a casa, ma felice ci ha detto: "Mamma la prossima volta ci portiamo anche Livia!".
E cullato dalla macchina ha dormito fino a casa.
É stata proprio una bella giornata!
Ecco un piccolo video della giornata...










www.facebook.com/MammaModelloBase
Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...