martedì 31 dicembre 2013

Il nostro 2013

 Mi son detta che alla fine é solo un anno.  É sempre solo un anno, giorni che si susseguono, più o meno stancanti, più o meno noiosi.
Ma ricchi. Ricchi di noi.
Giorni in cui siamo più famiglia.
Siete cresciuti in questo 2013.
Tu, Livia, hai avuto da Alessia la tua prima borsetta, e i primi giorni non la lasciavi mai: guai ad uscire senza! Vi siete abbracciati tanto, quest'anno. Avete imparato a giocare insieme,  a stare insieme e anche a litigare.
Ricordo il giorno in cui avete fatto il bagnetto al bambolotto insieme; il giorno in cui io e Claudio abbiamo iniziato la nostra avventura in cucina con "Il Mondo di Bu" e abbiamo conosciuto mamma Elena; gli abbracci con il papà, i capricci plateali della Principessa, le passeggiate alle sorgenti; il giorno del compleanno di Livia, in cui, vestita da Aurora, é stata con il broncio finché l'ultimo invitato non é andato via...e allora sí che si é divertita a guardare i suoi regali! 
2013, anno in cui Claudio terminerà la scuola materna (o scuola dell'infanzia, come si chiama ora), e in cui Livia ha terminato il nido.
L'anno che si é portato via il pannolino di Livia, le rotelline della bicicletta del Principe e ha ridonato alla mamma il tempo e la capacità di camminare sui tacchi.
Maggio. Il mio primo Mammacheblog, che non dimenticherò mai.
Giugno. Il mio compleanno: quando il papà mi ha regalato un giorno in una Spa e ho creduto per tutta la giornata che i box per le asciugamani sporche fossero box per bambini (senza materasso, dove, peraltro, si sarebbero fatti molto male... E non pensavo ad altro che ai bimbi a casa...).
Luglio: la Principessa ha imparato a pedalare, e grazie ai Barbapapá anche tutti i colori. E la mamma ha ripreso a leggere grazie al Kobo.
Agosto: i giorni in cui siamo stati famiglia famiglia, insieme, al mare. Giorni in cui ho visto Claudio con il nonno come quando ero io con il mio papà, ferma, a pescare, con pazienza, ad aspettare. Oppure maschera e pinne ad osservare. La passione, il mare, l'azzurro. E voi due per mano. Quasi grandi. I miei bimbi.
E tornati a casa addio lettino. Anche Livia ormai sta crescendo.
La sua prima Barbie. Addio cavallino a dondolo. Benvenuta Casa delle bambole.
Ed eccoci qui.
Benvenuto 2014.
Con un dentino di Claudio che si muove, con la Principessa che inizierà la scuola materna e con la mamma che si é vista un capello bianco.



Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...